11 mag 2011

Come avviare un business grazie agli strumenti di Internet

Qualsiasi sia la tua attività, farsi trovare su Internet è ormai obbligatorio. Esistono molti strumenti per far conoscere un’impresa, un’azienda, una ditta ma anche un privato che vende qualche prodotto, sfruttando le potenzialità della Rete.




Se la base è creare un sito Internet, una volta messo online è indispensabile non abbandonarlo ma aggiornarlo spesso. Ovviamente parti come le informazioni con una mappa per raggiungere l’azienda o i contatti non hanno bisogno di aggiornamenti, ma dev’essere ben curata la parte eventi e news. Spesso navigando in Rete ci si imbatte in siti che da anni non aggiornano questi spazi e se ne ricava una brutta impressione di trascuratezza.


Collegato al sito si può aprire gratuitamente un blog. Rispetto al sito un blog su Blogger o Wordpress o altre piattaforme consente di interagire molto di più con i potenziali consumatori che hanno la possibilità di lasciare commenti sui vari post. Inoltre rispetto al sito tutta la struttura del blog dopo un po’, quando c’è bisogno di ridare smalto al blog stesso, può essere rivista, dai temi ai colori fino alla disposizione dei post e dei gadget e allo stile.


Se si decide di sponsorizzarsi su un social network come Facebook, l’ideale è creare una pagina. È gratuito e rispetto ad un gruppo più facile da gestire e più immediata. Si può utilizzare una pagina per sondare le opinioni dei consumatori, ad esempio tramite dei sondaggi su uno o più prodotti, così da avere subito un riscontro. Inoltre, è un modo più pratico anche per gestire eventuali reclami o consigli che arrivano dai clienti. Chi si iscrive alla pagina può scrivere direttamente sulla bacheca, evitando di mandare mail al servizio clienti e può ricevere immediatamente una risposta.


Su Facebook inoltre è possibile monitorare il traffico delle pagine grazie al report che settimanalmente Facebook invia sulla mail di chi ha creato la pagina, così da capire come sta andando il gradimento della pagina stessa.


Per raggiungere molti utenti, si può anche optare per gli annunci a pagamento su Facebook. Quando apri una pagina sulla destra solitamente appare anche l’esempio di come sarebbe un’eventuale inserzione, così da farti capire come apparirebbe. Basta cliccare su “promuovi con un’inserzione” per iniziare, compilando i vari campi e proseguendo. Come detto si tratta di pubblicità a pagamento, che apparirà solitamente sulla destra quando si utilizza Facebook, con il tasto “mi piace” che renderà automaticamente fan chiunque lo clicchi.


Uno strumento interessante per monitorare il traffico verso un nostro sito è Google Analytics, uno strumento di Google che riesce a fornire valide informazioni per comprendere ad esempio come gli utenti sono arrivati sul sito e le modalità di navigazione. Per capire come funziona cerca “Google analytics” su Google e leggi come puoi iniziare ad usarlo.


Per vendere puoi usare un metodo facile e soprattutto sicuro: Paypal. Si tratta di un conto virtuale che ti consente di eseguire transizioni in totale sicurezza e con il quale puoi inserire anche un carrello della spesa sul tuo sito tramite un bottone disponibile sul sito. Da Paypal il saldo può essere trasferito al conto bancario oppure ad una carta prepagata, inoltre sono accettati anche pagamenti in valute diverse dall’euro.


La cosa più importante resta comunque l’attenzione verso i clienti, la capacità di rispondere alle loro domande tempestivamente e di proporre contenuti aggiornati e stimolanti anche graficamente.

Lara Zavatteri


Ebook consigliato: Ecommerce su Facebook. Guida pratica per aprire un negozio virtuale e promuovere il tuo prodotto sul social network più cliccato” di Stefano Minghini.