06 mag 2011

Come creare un libro in print on demand per i bambini

Se hai scritto un testo per i bambini e vuoi pubblicarlo in print on demand, ecco alcune indicazioni utili per realizzare il libro vero e proprio e metterlo in vendita.




Un suggerimento se ancora non hai iniziato, invece, a scrivere. Prendi spunto dalla realtà quotidiana dei bambini per scrivere una storia e dagli interrogativi che iniziano a porsi. Ad esempio, per i più grandicelli libri che parlano della scuola, delle lettere, dei numeri, per i più piccoli di filastrocche o canzoncine con cui hanno familiarità, per tutti vanno bene quei libri che spiegano qualcosa, ad esempio come comportarsi quando arriva un fratellino o sui comportamenti degli animali.


Fatto questo preambolo, passiamo alla parte più tecnica. Un libro creato per i bambini deve essere pensato in maniera diversa rispetto a quello per gli adulti. Importanti sono il carattere e la grandezza delle lettere. Se il bambino sa leggere, infatti, deve poter leggere la storia in modo scorrevole e senza fatica. Per agevolare la lettura, scegli un carattere semplice, come il Times New Roman e una grandezza da valutare, ma comunque superiore al normale. Potresti scegliere un 16 o un 18, provali a seconda del carattere che scegli.


I bambini sono molto attenti anche alla parte grafica del libro. Se sei bravo a disegnare, aggiungi dei disegni nella storia, in seguito ti basterà scannerizzarli e inserirli tra le pagine di testo. Ricorda che i disegni devono essere colorati, non scegliere mai di colorarli in bianco e nero o di optare per una stampa simile.


Stesso discorso vale anche per la copertina. Sia che carichi un disegno fatto da te, un’immagine presa da Internet o che tu scelga tra quelle disponibili sul sito di print on demand che hai scelto, ricorda di privilegiare i colori, anche per il titolo che potresti scrivere con un carattere diverso, come il Comic Sans Ms che ricorda un po’ quello dei cartoni animati.


Devi quindi cercare una piattaforma che permette di creare e rendere disponibile online il tuo testo, stampandolo solo quando qualche acquirente lo richiederà o quando tu stesso vorrai averne delle copie da poter rivendere o regalare. Ne esistono diverse, ti basta cercare “print on demand” su Google per trovarle, anche se finora nessuna è specializzata nei libri per bambini.


Quando hai deciso quale utilizzare, fai attenzione al formato. Mettiti sempre dalla parte del bambino e pensa a quale formato potrebbe essere più gradito e più facile da sfogliare. Ti consiglio un A4, che è il formato dei fogli di carta usati per la stampante. È più grande dei libri tradizionali, può però essere sfogliato meglio da un bambino ed inoltre ha il vantaggio di permetterti di creare un libro con poche pagine. Se infatti scegliesse, invece, un formato tascabile, del tuo testo risulterebbero più pagine, ma è necessario stampare un testo non troppo lungo, altrimenti il tuo lettore si annoierà.


Quando hai impostato tutto e il tuo libro è online puoi acquistarne tu le prime copie. Un’idea in più potrebbe essere quella di personalizzare il libro. Armandoti di pazienza, potresti, se ne sei capace, aggiungere un segnalibro morbido, utilizzando materiali come il pannolenci, ed inserirlo nei libri o regalarlo ai bambini, meglio ancora se riprende uno dei personaggi del libro. Un tocco in più per rendere il tuo libro ancora più speciale.


Lara Zavatteri


Libro consigliato: Un elefante si dondolava sopra il filo di una ragnatela” di Marianne Dubuc
La famosa filastrocca per bambini diventa un libro... esilarante!