21 mar 2011

Come iniziare a guidare bene e avere cura della propria auto

Se sei un neo patentato, ti sarai accorto da tempo che la scuola guida ti ha fornito solo le basi e che a guidare bene imparerai un po’ alla volta, grazie alla pratica e all’esperienza. Ecco alcuni consigli per iniziare, ricorda che all’inizio ogni manovra sembra difficile ma col tempo diventa tutto automatico.



Se non sei molto pratico, inizia ad esercitarti in un luogo sicuro, come un parcheggio. Non avrai l’ansia di incontrare qualcuno o di trovarti catapultato su una strada con l’agitazione a mille. Fai esercizio imparando bene quando e come mettere le marce-inseriscile delicatamente- come fermarti e ripartire e come fare un buon parcheggio.


Quando sei più sicuro, fai comunque brevi tragitti e memorizza dove trovi dei semafori, delle precedenze o altro. Inizialmente, non conoscendo bene la strada, farai attenzione a tutti i segnali e alla segnaletica orizzontale, ma poi conoscendola saprai cosa fare. Aggiungi un pezzo di strada in più ogni volta che ti senti più sicuro.


Vai piano nei centri abitati. Te lo insegnano quando fai scuola guida, ma a volte puoi avere la tentazione di guidare più velocemente del consentito. Ricordati però che basta anche meno del limite di velocità prefissato di cinquanta chilometri orari per investire e fare del male alle persone. Fai attenzione.


Metti sempre le cinture di sicurezza e falle indossare anche ai tuoi passeggeri. Non è un optional e può davvero salvarti la vita. Basta un attimo e non ti costa nulla.

Se non hai un’auto e vuoi acquistarne una, tieni presente le sue caratteristiche prima di lanciarti nell’acquisto. I costi maggiori non sono nell’acquisto della macchina, ma nel suo mantenimento. Ogni anni dovrai pagare il bollo, l’assicurazione, per non parlare della revisione periodica e di consumi quali benzina e olio. Valuta se è il caso di acquistare un’auto usata o che ti garantisca buone prestazioni e costi contenuti. Non metterti alla guida di un’auto di grossa cilindrata, se hai appena preso la patente: basta un niente per accelerare e non sapere più come governare il mezzo. Scegli un’auto che ti permetta di fare pratica in sicurezza.


Accertati di avere tutto il necessario per guidare. Oltre alla patente e agli altri documenti, naturalmente, la ruota di scorta e le catene in caso da neve (o i pneumatici invernali), il giubbotto fosforescente da indossare in caso di incidente e, se le hai, anche le “pinze” per collegare la batteria a quella di un’altra macchina, qualora questa si scaricasse all’improvviso. Inserisci anche un piccolo kit di pronto soccorso con cerotti, bende e disinfettante.


Tieni a portata di mano anche un panno per pulire i vetri e una bottiglia d’acqua. Quest’ultima ti può servire se, soprattutto in estate, la spia dell’acqua segnala che questa si è surriscaldata e bisogna aggiungerne dell’altra. In tal caso, parcheggia la macchina in un luogo all’ombra e attendi il tempo necessario a farla raffreddare. Per nessun motivo apri il cofano e il coperchio dell’acqua quand’è ancora calda, potresti ustionarti. Quando la macchina è raffreddata, aggiungi l’acqua fredda.


Nel portafoglio, tieni un foglietto con i numeri che potrebbero servirti, quindi il soccorso stradale, i Carabinieri, il carro attrezzi e altri che ti potrebbero essere utili in casi d’emergenza. Non sarai impreparato e non andrai nel pallone se dovessi avere qualche problema.


Infine, prima di partire per un viaggio più lungo, cerca e stampa le indicazioni da Google Maps. Ti basta cliccare su “indicazioni stradali” e inserire “da” e “a” rispettivamente nei campi “a” e “b”, quindi cliccare su “ottieni indicazioni stradali”. Ti appariranno una mappa, la distanza, il tempo che impiegherai e le indicazioni stradali. Buona guida!
Lara Zavatteri


Ebook consigliato “Guida sicura
Tecniche preventive e correttive per ridurre al minimo i rischi della guida”  di Vincenzo Iavazzo.