07 mar 2011

Come vivere in modo più ecologico

Sia che tu abiti in città o in montagna (o pianura, campagna…) ci sono tanti modi per vivere più in sintonia con l’ambiente e tutelarlo. Sono comportamenti che possono magari apparire banali, ma che aiutano concretamente la natura permettendo a te di risparmiare e agire concretamente per un mondo più pulito.


Ti segnalo subito una possibilità innovativa, se sei un genitore: i pannolini lavabili per i bambini. In diversi esercizi commerciali puoi trovarli, sono ecologici perché non usano elementi chimici e con una quantità minima puoi riutilizzarli moltissime volte, risparmi molto sull’acquisto e i benefici per l’ambiente sono immensi, perché con i tradizionali finisce in discarica un numero elevato di rifiuti non riciclabili. Puoi provare a cercarli e ad informarti presso i rivenditori della tua zona oppure fai una ricerca Su Google e troverai sicuramente indirizzi e informazioni utili.

Anche in città, fai la raccolta differenziata anche per l’umido. Pensa ad un modo alternativo di riutilizzarlo, anziché depositarlo negli appositi cassonetti (se ci sono). Ti basta prendere un bidoncino in plastica, posizionarlo all’esterno, ad esempio sul balcone per evitare cattivi odori in casa, e lasciare all’interno rifiuti quali bucce di frutta e scarti di verdura. Per asciugare il tutto di tanto in tanto mescola con un po’ di segatura di legno, quando vedi che il composto è sufficientemente decomposto (scusa il gioco di parole) puoi riutilizzarlo come concime per i vasi, è ottimo.

Se invece abiti in montagna e hai un orto, puoi fare la stessa cosa anche solo scavando una buca e aspettando che il composto sia giusto, oppure sfruttando i bidoni per il compostaggio che molti comuni mettono a disposizione, aerati sul fondo. In entrambi i casi puoi usare il prodotto finito per arricchire di sostanze l’orto o il giardino, in molti comuni chi pratica il compostaggio può usufruire anche di una riduzione sul costo per i rifiuti.

Quando fai acquisti, fai attenzione agli imballaggi. Meglio sarebbe se non ci fossero del tutto, ma se proprio è necessario acquistare un prodotto imballato, presta attenzione alla composizione dell’imballo. Scegli solamente quelli che sono costituiti da un unico materiale, ad esempio il cartone, perché in tal modo si possono facilmente smaltire.

Sfrutta l’energia del sole, in due modi. Spesso si ha la tendenza a lasciare accese le lampade dei vari ambienti della casa anche se c’è luce a sufficienza. Spegni queste luci, non servono. Sfrutta l’illuminazione diurna il più possibile, se progetti uno studio dove lavorare fai in modo che riceva luce in abbondanza durante il giorno. Inoltre, informati presso il tuo Comune o la Regione sulle agevolazioni previste per chi decide di installare un impianto che sfrutta appunto il calore del sole. Inizialmente ci saranno dei costi, ma saranno ammortizzati negli anni garantendoti un notevole risparmio energetico.

Infine, un consiglio. Se durante una gita trovi dei rifiuti come cartacce e altro, apri lo zaino e portali a valle, anche se non sono tuoi. La plastica spesso viene “assaggiata” dagli animali selvatici con conseguenze gravi. Quindi, oltre a preoccuparti di non lasciare in giro i tuoi rifiuti, se puoi non abbandonare neanche quelli degli altri: l’ambiente sarà più sano anche con questo piccolo gesto.
Lara Zavatteri

Se sei di Bologna o comunque vuoi trovare spunti, leggi il libro
Eco in Città - Bologna. Guida agli stili di vita sostenibili - Marzia Fiordaliso

Compralo su il Giardino dei Libri

La guida per vivere la città di Bologna a basso impatto. Uno strumento utile sia per i residenti, sia per chi è di passaggio.Una città migliore non può essere un'utopia ma la premessa per un diverso sviluppo economico, sociale ed umano.