23 feb 2011

A cosa pensi quando studi?

CASO 1: mmm...anche oggi mi tocca studiare e non ho voglia, vediamo un pò... certo che sto libro è veramente difficile, chissà se riuscirò mai a finirlo... poi sinceramente non ci capisco niente, se continuo così mi laureerò fra 20 anni...la verità è che forse non sono portato... forse sto studiando qualcosa che non fa per me... ufff ancora 50 pagine da fare... di questo passo mi ci vorrà una settimana e poi alla fine tanto non mi ricorderò niente!

CASO 2: allora, stamattina studio un paio d'ore fatte bene e poi esco a fare delle commissioni. certo, il libro è impegnativo quindi l'importante è che io rimanga calmo e concentrato...se faccio le cose per bene riuscirò a finirlo nei tempi che mi sono prefissato. quindi devo stare focalizzato nel trovare i concetti più importanti prima di tutto e se c'è qualcosa che non mi è chiaro, lo rileggo per bene... al limite me lo segno e ci torno sopra dopo... so che se mi impegno le cose le capisco sempre, quindi vado a vanti sereno, faccio un buon lavoro e poi esco a godermi il meritato svago.

La differenza tra i due modi di pensare dovrebbe essere abbastanza chiara! Ricordati che i risultati che otteniamo nello studio dipendono dalla somma di tutti i nostri pensieri che facciamo su di esso. Ciò che fa la differenza tra chi ottiene buoni risultati e chi non li ottiene è prima di tutto dovuta al modo di pensare.

Quindi quando inizi a studiare fai bene attenzione ai pensieri che ti passano per la testa.
Ci sono pensieri che attivano le nostre risorse e le nostre energie e pensieri che invece ci tolgono le energie e ci fanno sentire insicuri.
Cerca sempre di rimanere concentrato e rilassato quando studi. Trattarsi bene e sentirsi rilassati è la strada principale per aiutarsi a formulare pensieri più positivi che ti conducano nella giusta direzione.

Come organizzarti per lavorare a casa con il Web

In questo articolo non parlerò delle attività che puoi svolgere da casa, ma di come organizzare il lavoro se scegli questo tipo di attività.


Prima di tutto, devi capire se sei adatto a questo genere di lavoro, che richiede capacità organizzative per gestire i tempi, ma anche per non perdere la concentrazione con la scusa che si lavora a casa.

Se credi di poter lavorare da solo, produrre senza avere qualcuno a controllare il tuo lavoro e di riuscire a non farti distrarre da telefonate, visite e quant'altro, puoi farcela con alcuni accorgimenti.

Comincia a curare l'ambiente in cui lavorerai. L'ideale sarebbe avere uno studio tutto per te, ma se non è possibile fai comunque in modo di separare il luogo in cui lavori da quello in cui dormi: non farti prendere dalla tentazione di lavorare con Internet in camera da letto. Puoi lavorare sul tavolo della cucina, in alternativa, almeno non avrai la voglia di schiacciare un pisolino!

Pensa all'illuminazione del locale in cui lavori. Lavorando molte ore al computer sforzi gli occhi che si stancano facilmente. Indispensabile quindi una buona illuminazione, anche naturale, per ridurre lo stress della vista e per consentirti di lavorare in modo ottimale.

Elimina le distrazioni. In casa ce ne sono di diversi tipi, dalla televisione alla radio, dalle riviste appoggiate sul divano...spegni tv, radio, nascondi le riviste, se qualcuno bussa per una visita cerca di limitarti al minimo e spiega che in quel momento stai lavorando e hai poco tempo, rinviando ad un altro momento le chiacchiere. Evita anche di perderti, mentre sei collegato a Internet, nei giochini o sui social network, che portano via un sacco di tempo. Puoi vederli quando avrai finito il lavoro.

Scrivi una scaletta delle cose che devi fare in giornata per il tuo lavoro via Web e rispettala, cancellando man mano i compiti svolti con la matita. In questo modo non dimentichi nulla e hai ogni cosa sotto controllo. Ogni tanto, però, fai per prima quella parte del lavoro che ti piace di più. Iniziando così la giornata, sentirai meno il peso delle incombenze successive.

Lavorando con Internet, è essenziale avere un collegamento conveniente: stai attento alle offerte e alle novità proposte dal tuo gestore telefonico e approfittane, inoltre per le telefonate puoi utilizzare Skype per risparmiare. Ti capiterà anche di dover uscire: per ottimizzare l'uso dell'auto, cerca di raggruppare più commissioni da svolgere, in tal modo risparmierai denaro e tempo.

Cura la tua persona. Non buttarti addosso una tuta vestendoti così tutta la settimana solo perchè lavori a casa. Devi sentirti comodo, va bene, ma anche curato: lavorare in Rete è un lavoro come un altro e non devi trascurarti.

Impara a fare delle pause durante il lavoro. Programmale bene, per mangiare qualcosa, ricaricarti, riprendere fiato.

Tieniti sempre informato su tutto ciò che riguarda il lavoro da casa, via Internet, giornali, libri. Puoi trovare molti spunti per la tua attività o per iniziarne un'altra.

Il lavoro via Web a molti pare ancora qualcosa di indefinibile e strano, perciò sicuramente dovrai aspettarti delle domande in merito. Rispondi spiegando di cosa ti occupi ma senza cedere alla tentazione di "giustificarti" con gli altri perchè lavori da casa. Come detto, è un lavoro come un altro, spesso anzi molto più gratificante e che ti regala molta più libertà.


Lara Zavatteri

Per approfondire,puoi leggere l'ebook "Lavorare da casa con il Webdi  Stefano Calicchio