21 feb 2011

Come difendere la tua privacy

Siamo spiati. Quando andiamo al supermercato, quando navighiamo in Internet, quando acquistiamo un cellulare, c’è qualcuno che ci spia. Le nostre preferenze vengono accuratamente monitorate e vagliate, per offrirci nuovi prodotti in linea con i nostri gusti.


Accade in molti modi: dai profili che creiamo sui social network alle telefonate che riceviamo a casa per rispondere a sondaggi su questo o quel prodotto, ma anche grazie alle tessere che ormai ogni supermercato offre ai suoi clienti.

Come difendersi, almeno in parte, da tutto ciò? Partiamo dai social network. Come prima regola, evita di scrivere nelle informazioni di base di Facebook, Twitter o altri, il tuo numero di casa o di cellulare (che è ancora peggio). In questo modo da un lato possibili malintenzionati, o semplicemente gente che ama disturbare il prossimo, non potranno farlo, e non potranno raggiungerti, almeno sul telefonino (quello di casa lo possono ricavare dall’elenco) aziende per sondaggi vari.

Sempre sui social network, se vuoi tutelare maggiormente la tua privacy evita di cliccare troppi “mi piace” su prodotti, aziende, marchi ecc..questi infatti restano memorizzati sul tuo profilo o sulla scheda del prodotto e quindi il tuo nome può essere immediatamente rintracciato anche dall’azienda che può spedirti depliant o materiale pubblicitario non richiesto.

Se stai traslocando e puoi usare Internet altrove-in un Internet Point, in biblioteca o altro- valuta la possibilità di utilizzare solo il cellulare per le tue comunicazioni, evitando il fisso (e le sue spese). In questo modo, il tuo numero di casa non sarà sull’elenco del telefono e avrai più privacy. Potrai dare il tuo numero di cellulare solo a chi ti interessa e non ad altri.

Capita a tutti, anche settimanalmente a volte, di ricevere telefonate da varie aziende che propongono offerte. Se siete palesemente non interessati, rispondete esattamente questo, in tono deciso, evitando di lasciarvi intrappolare in mezz’ora di chiacchiere inutili. Se le telefonate della stessa azienda si ripetono, nonostante la vostra risposta, dite chiaro e tondo che non desiderate essere più ricontattati. Se perseverano, andate sul sito dell’azienda e mandate una protesta per e-mail, anche più di una se non rispondono. Così si stancheranno di importunarvi.

In tutti i supermercati e grandi catene di negozi propongono le tessere fedeltà per i clienti. Solitamente non costano nulla e permettono di ricevere a casa le offerte e gli sconti destinati appunto i clienti muniti di tessera. Un trucco c’è anche qui. Quando devi compilare uno o più fogli per avere la carta, scrivi solo il necessario, evitando di barrare le caselle sui tuoi interessi. Non è molto, ma almeno sapranno qualcosa in meno di te.

Per altre questioni, valuta la possibilità di rivolgerti al Garante della privacy. Lo trovi cliccando “garante privacy” su Google e puoi sapere subito le attività svolte, le novità per le diverse tematiche di cui si occupa e trovare i contatti giusti per sottoporre il tuo problema.

Ultima cosa: qualunque contratto firmate, leggete sempre per bene le norme sulla privacy. Non lo si fa quasi mai, anche perché le scrivono sempre in lettere minuscole, ma è importante sapere come saranno trattati i tuoi dati.

Ultimissima specialmente per le donne. Capita a volte di trovarsi a viaggiare sole e a disagio per una persona che vuole a tutti i costi conoscerci. Se non vi riesce di allontanarlo con le buone, qualunque cosa vi chieda inventate: dal lavoro al vostro nome, dalla residenza al numero di telefono. Questo tale sarà tutto contento, ma non sa che non vi ritroverà mai più!

Lara Zavatteri


Vito Piazza - Dirigere Domani

Raccoglie più di 320 test, 18 elaborati svolti e 13 studi di caso relativi alla gestione dell’istituzione scolastica, con particolare riferimento alle strategie di direzione anche in rapporto alle esigenze formative del territorio. Ogni esercizio è preceduto da un'introduzione che servirà per ripassare o approfondire il tema oggetto della prova.

Un manuale operativo per la preparazione all’imminentente concorso per dirigenti scolastici.

Questo libro non si limita a presentare i temi oggetto dell’esame − la riforma della pubblica amministrazione, il ruolo del dirigente scolastico, le teorie e le pratiche organizzative, le normative sull’integrazione, sulla salute e sulla sicurezza, il POF, la qualità degli istituti e l’autovalutazione. L’autore propone anche un breve ed efficace percorso di automotivazione per preparare il lettore non solo ad affrontare, ma piuttosto a vincere il concorso.

La seconda parte del libro presenta una serie di strumenti per prepararsi alle tre prove pratiche.



Dirigere Domani
321 test, 18 elaborati svolti e 13 studi di caso per la
preparazione all'esame di dirigente scolastico
Vito Piazza

Dirigere Domani












Compralo su il Giardino dei Libri

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza