31 gen 2011

Come studiare con metodo

Studiare è un’attività che affatica e che deve essere affrontata sempre con un metodo. Se stai frequentando la scuola, l’università o un corso e devi studiare, imparare prima di tutto un metodo con dei trucchi essenziali ti faciliterà le cose.



Per prima cosa, fai attenzione all’ambiente in cui studi. Mentre leggi non devi avere intorno a te oggetti che potrebbero in qualche modo distrarti e farti perdere la concentrazione, ed inoltre anche l’illuminazione della stanza dev’essere ottima per non stancare gli occhi e leggere senza difficoltà.

Prevedi un momento specifico della giornata per lo studio. Ad esempio, decidi di dedicarti un tot di ore nel pomeriggio allo studio, non frammentare i tuoi sforzi con un po’ di attività spalmata in tutto l’arco della giornata. In questo modo, da un lato saprai organizzarti meglio, specie se studi e lavori e comunque per le tue altre attività ed inoltre saprai che, terminate quelle ore, sarai libero di fare dell’altro. Psicologicamente sai che lo sforzo sarà concentrato solo in quelle ore.

Ricorda comunque di fare delle pause mentre studi, non più lunghe di una decina di minuti. Non puoi pensare di studiare ininterrottamente per tre o quattro ore nel pomeriggio senza mai riprendere fiato, mangiare o bere qualcosa. Dopo un po’, altrimenti, il cervello non “connette” più e farai molta fatica a capire ciò che leggi.

Passiamo quindi al testo vero e proprio. La tendenza, di solito, è leggere sottolineando subito, senza però capire cos’è importante realmente. Un consiglio: usa un unico colore di evidenziatore, se usi quello, per non fare confusione. Prima, invece, devi comprendere, seppur a grandi linee di cosa parla il testo. Leggi velocemente il testo, senza soffermarti a sottolineare qualcosa o a pensarci su. Suddividi le pagine, se il testo è particolarmente voluminoso e fermati ad ogni capitolo o al numero di pagine che hai indicato.

A questo punto, nella tua testa c’è una prima idea di cos’è riportato nel testo. Mentalmente e poi ad alta voce, cerca di riassumere quello che hai capito da questa prima lettura veloce e scrivilo. Ora, rileggi il testo, sempre con un andamento sostenuto, ma cercando di individuare i punti chiave da ricordare, ed evidenziali. Alla fine, ripeti cosa ricordi dei punti chiave, non tanto il contenuto di ognuno piuttosto quali sono, anche solo i nomi o il titolo che li contraddistingue. Fissali bene in mente e se necessario rileggili ancora.

Ora hai uno schema generico sul testo e il suo contenuto e sui punti strategici su cui soffermarti. Rileggi nuovamente il testo, evidenzia le parti più importanti ora che sai quali sono e ripetile. Oltre ai singoli punti, concentrati ora anche sul loro contenuto.

Alla fine di questa sessione, avrai capito quali cose sono davvero importanti da ricordare e quali invece sono “accessorie”. Dovrai perciò fissare la tua attenzione sull’essenziale e il necessario. Puoi usare qualche trucco. Se devi ricordare una frase, puoi usare delle sigle. Ad esempio, per farti venire in mente un concetto come “analisi socio economica del territorio” puoi segnare a matita, accanto alla frase, la sigla ASET e mandarla a memoria.

Un altro trucco è quello di ricorrere ad immagini mentali. Per riassumere un intero concetto, puoi immaginare una scena nella tua mente. Esempio: stai studiando un testo che parla dei dialetti italiani, e devi ricordare dove si usa la S al posto della Z (ad esempio nella pronuncia di Verona le parole con la zeta si pronunciano in un modo che le fa sembrare una esse).  Immagina, in questo esempio, un monumento famoso di quella città o regione da cui spunta una gigantesca S, come dall’Arena di Verona e da altri se hanno le stesse caratteristiche.

Ripeti il testo camminando. In questo modo ti verrà spontaneo essere più veloce, non solo nella lettura, ma anche nei collegamenti mentali. Infine, chiudi il libro e prova a ripetere globalmente il testo, passa poi ai concetti chiave e infine ripeti tutto. Quando sei sicuro di aver appreso l’importante, puoi passare  a leggere e ripetere anche il superfluo, utilizzando le stesse tecniche.
Lara Zavatteri

Per approfondire leggi l'ebook:
Apprendimento Veloce 3X - Gianluigi Ballarani, Enrico Sigurtà
Tecniche e Strategie per Apprendere Qualsiasi Cosa più Rapidamente e con Meno Sforzo