28 gen 2011

Come creare dei report per far conoscere e per vendere il tuo ebook

Hai scritto un ebook e ora devi promuoverlo?
Un ottimo sistema per farlo è creare dei report da distribuire gratuitamente ai tuoi potenziali lettori.
Ma in concreto, cos’è un report?


Si tratta di un testo di lunghezza variabile, si va dalle dieci pagine ad una quarantina, di solito, in cui l’autore o decide di rendere disponibile un’anteprima del suo ebook, oppure scrive sempre dello stesso argomento ma con contenuti che il lettore non troverà nell’ebook.

Partiamo analizzando il primo caso.
Se decidi di creare un’anteprima, non dovrai fare una serie di errori che, spesso, si trovano nei report degli autori. Il primo è fare un vero e proprio “copia-incolla” delle pagine del tuo ebook e inserire magari solo copertina, indice, la tua storia e il nome dell’ebook. Ci vuole un minimo di lavoro per diffondere questo tipo di report. Per prima cosa, scrivi un testo riassuntivo sugli argomenti trattati nell’ebook.

Poi, non è detto che tu debba fornire in anteprima le prime pagine dell’ebook. Ad esempio, puoi decidere di offrire gratuitamente un testo tra gli argomenti più interessanti e che il lettore potrebbe apprezzare di più e quindi da un lato essere riconosciuto come autore credibile, dall’altra invogliare chi legge il report a saperne di più acquistando l’ebook.

Inoltre, aggiungi delle note personali, anche solo una pagina che il lettore non troverà nell’ebook, magari con alcuni consigli. Questo impreziosisce il tuo report e ne fa qualcosa in più rispetto ad una semplice anteprima.

Se invece decidi di creare un report con contenuti aggiuntivi al tuo ebook, scrivi ricordandoti che il lettore vuole imparare qualcosa di nuovo, perciò, ad esempio, se hai scritto un ebook su come realizzare un blog, potresti creare un report che sveli i trucchi per posizionarsi meglio nei motori di ricerca, quindi un testo che parli esclusivamente di questo.

Fornisci tutte le risorse necessarie al tuo lettore. Mentre scrivi il report, cita le tue esperienze e scrivi i link dove è possibile approfondire l’argomento o addirittura dove il tuo potenziale lettore potrà trovare materiale gratis da scaricare su quell’argomento. Non aver paura di dare informazioni gratuite, tutto ti tornerà indietro se lavori in modo serio e non dai l’impressione di voler a tutti i  costi vendere il tuo ebook.

A questo proposito, ricorda di non scrivere continuamente, in ogni pagina, frasi come “e questo lo spiego nel mio ebook…”. Il lettore ne resta infastidito e non deve in nessuna maniera sentirsi forzato a comprare, altrimenti stai certo che non lo farà. Ricorda il tuo ebook all’inizio e alla fine del report, se hai un blog associato alla fine scrivi il link invitando il lettore a visitarlo.

Scrivi in tono colloquiale, mettiti “alla pari” con il tuo lettore, in poche parole non far mai trasparire l’idea che tu sai più di lui. Su quell’argomento è certamente così, ma a nessuno piace sentirsi sminuito. Coinvolgi il tuo lettore, alla fine del report aggiungi il link del tuo blog o del tuo profilo Facebook chiedendo di lasciare un commento al report stesso. Più feedback positivi avrai più si rafforzerà la tua reputazione e le possibilità che i lettori del report diventino anche lettori del tuo ebook.

Pensa anche all’estetica del report, puoi scrivere in Word o Openoffice (quest’ultimo utile per creare in un attimo file pdf), evidenzia i concetti chiave, scrivi con un carattere semplice e più grande del normale, tipo 14 o 16, inserisci una copertina per il tuo report, ti basta anche solo importare un’immagine da Picasa o direttamente dal computer su una pagina vuota di Word (o Openoffice) e scrivere sopra il titolo e il tuo nome. Numera le pagine (in word clicca inserisci e numeri di pagina).

Volendo, puoi anche dare l’opportunità al lettore del tuo report di distribuirlo gratis a sua volta, purché non cambi nulla del contenuto. Scrivilo nell’ultima pagina, senza dimenticare che la condizione è mantenere il testo invariato.

Puoi quindi inserire il testo su Scribd e da qui collegare il link al tuo blog, se la piattaforma è Blogger basta cliccare su “design” e “aggiungi un gadget”.  Scegliete l’immagine, caricate quella della copertina del report e sotto inserite il link. Salvate e per sicurezza provate il collegamento. Al lettore basterà cliccare sull’immagine per arrivare su Scribd e fare il download gratis del report.

Man mano che diventate più esperti, potete creare più report e continuare a distribuirli gratis ai lettori. Utilizzate anche i social network per evidenziare la presenza dei vostri report in Rete e gli aggregatori di notizie, come Oknotizie. Resterete sorpresi da quanti leggeranno o scaricheranno i vostri report.

Lara Zavatteri

Per saperne di più leggete l’ebook: Rendite da ebook - I segreti per realizzare guadagni automatici con la scrittura digitale  di Stefano Calicchio  


eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza