10 nov 2011

Come risparmiare se sei andato a vivere da solo 1

Se da poco tempo sei andato/a a vivere per conto tuo, dovrai fare fronte a diverse spese per la casa e non solo. Ecco alcuni consigli per risparmiare sempre e in modo costante.


Luce e acqua sono due delle spese più influenti di una casa. Come ho già scritto su questo blog, per la luce una soluzione ottimale sono le luci Led, che fanno risparmiare fino all’80% sulla bolletta. Ci sono però degli inconvenienti: non si trovano ancora dappertutto e alcune volte sono solamente per lampadari (ad esempio per la cucina), essendo molto ingombranti.


Nell’attesa di convertirti al Led puoi optare comunque per le lampadine a basso consumo che durano tantissimo (parliamo di anni) e consumano almeno la metà di quelle tradizionali. Si trovano ovunque e in tutti i formati, puoi anche decidere di sostituire i faretti che puoi aver messo nel corridoio o in altre zone, facendoti aiutare da un elettricista e quindi risparmiando anche lì, fai la stessa cosa anche se hai dei lampadari “a muro”, quelli cioè che coprono del tutto la lampadina e che si usano spesso in bagno.


Fai attenzione a come usi la luce. Almeno l’80% o più delle volte che accendiamo la luce in realtà non ne avremmo bisogno. Lo si fa per abitudine, passando da una stanza all’altra, ma se ci vedi che bisogno c’è? Spegni sempre la luce quando ti sposti, può sembrare fastidioso, ma se sei in una stanza non puoi essere contemporaneamente in un’altra, perciò spegni e riaccendi quando torni, ad esempio, dallo studio in cucina.


Clicca sull'immagine per ingrandire
Sto sperimentando personalmente un oggetto che può sembrare strano, ma che è invece utilissimo. Anche di questo avevo già parlato, ma dopo averlo testato lo consiglio. Si chiama Sun Jar, lo trovate in vendita su Internet ed è un barattolo in vetro opaco con un pannello solare incorporato nel tappo. Di giorno lo mettete al sole, di sera girate il pulsantino e il barattolo si accende. Si tratta di una luce che può andare bene per avere un punto luminoso durante la notte (dura alcune ore) o in bagno, così basta accendere Sun Jar, e non la luce, per risparmiare. Un consiglio: anche se è brutto tempo, mettete lo stesso i barattoli alla luce. Certo illumineranno molto meno, ma immagazzinano sempre energia. Magari per quel giorno potete non accenderlo e usare la luce insieme a quella che Sun Jar catturerà il giorno dopo.

SUN JAR Lampada solare ecologica - Video presentazione




Fate la lavatrice quando avete molte cose da lavare. Se vivete soli ci vorrà un po’ per accumulare panni sporchi, ma è inutile fare una lavatrice per due paia di calzini e una maglietta. Informatevi dal vostro gestore di energia su quali sono le fasce orarie più convenienti e inoltre acquistate i prodotti appositi per poter lavare insieme bianchi e colorati, così da fare un’unica lavatrice.



Lavate meno i piatti: voglio dire, se a colazione sporcate solo una tazza e un piattino, vi pare il caso di star lì a sprecare acqua? Aspettate il pranzo (ovviamente se non attendete ospiti) e lavate tutto insieme. Se abitate in montagna e avete un focolare, lasciate una pentola d’acqua a scaldare, così eviterete di dover usare l’acqua calda o di doverla scaldare sul gas.


Lara Zavatteri


Leggete il libro 
La casa intelligente. Risparmio, tecnologia e comfort” di Roberto Rizzo


DESCRIZIONE
Per limitare l'enorme livello di spreco di energia a casa è spesso sufficiente mettere in pratica piccoli accorgimenti, che accrescono il livello di comfort domestico e aiutano a risparmiare denaro.

Questo libro analizza le principali fonti di sperpero di energia nelle abitazioni e descrive in maniera semplice in che modo porvi rimedio: come raffrescare e riscaldare in maniera efficiente, quali materiali usare per isolare la casa, che cosa significa domotica e architettura bioclimatica. Una parte consistente del libro è dedicata all'utilizzo dell'energia solare termica e fotovoltaica, con consigli pratici sui passi da intraprendere da chi intende auto-prodursi energia pulita: a quali installatori bisogna rivolgersi, come chiedere gli incentivi statali e regionali, quanta energia producono i pannelli, etc. Chiude il libro un ricco glossario in cui sono spiegati i termini di carattere ambientale e tecnico più utilizzati.