23 ott 2011

Come evitare la stanchezza nello studio (1^ parte)

La stanchezza nello studio va considerata un "segnale" inviato dal nostro corpo che però può avere diverse ragioni di base:

  - stanchezza intellettiva (che subentra di solito dopo lungo tempo passato sui libri, a lezione, oppure al computer) dovuta al fatto che il cervello ha proprio bisogno di una pausa

  - stanchezza motivazionale (quando non siamo motivati nello studio per poco interesse, per poca fiducia nella nostra capacità di raggiungere gli obiettivi o per il fatto di avere altre preoccupazioni per la testa)

  - stanchezza fisica/emotiva (quando torniamo a casa da una lunga giornata di lavoro, quando siamo stati impegnati in qualcosa di emotivamente stressante, in generale quando siamo stati coinvolti in un'attività intensa) Quindi prima di tutto è importante individuare il proprio tipo di stanchezza per poter adottare le giuste contromisure.



 Nel caso di stanchezza intellettiva c'è una sola cosa da fare: riposarsi!
Come abbiamo ripetuto molte volte è fondamentale imparare ad alternare studio e pause nella maniera corretta e crearsi un programma di studio fattibile per evitare di affaticarsi.

 Se quindi ti senti stanco e senti che il tuo cervello non ce la fa più, devi assolutamente prenderti una pausa! E' inutile insistere perchè il tuo livello di apprendimento sarà molto scarso e rischi di perdere motivazione.

 Quindi stacca per un ora, per mezza giornata per un giorno o anche per più giorni se ne senti il bisogno, fino a quando non sentirai di aver recuperato le energie.

Questo anche se sei sotto esame. Se sei troppo stanco il tuo cervello si rifiuterà di immagazinare ed elaborare informazioni, quindi... riposati!

Come evitare la stanchezza nello studio (2 ^ parte)