22 set 2011

Come lavorare come giornalista online

Ormai è una pratica molto diffusa quella di lavorare come giornalista online, senza cioè recarsi in redazione, gestendo da soli il lavoro e il tempo. Ecco alcuni consigli per chi inizia.


Per essere un giornalista in piena regola, bisogna iscriversi all’Ordine dei Giornalisti. Ne esistono in ogni regione, basta informarsi per capire come iscriversi come pubblicista. Si può restare pubblicisti anche per sempre, oppure se si vuole provare si può tentare anche di diventare praticanti e poi professionisti, ma se si mira a scrivere online e ad avere la libertà di organizzarsi come si vuole, va benissimo anche restare pubblicisti.


Solitamente prima di iscrivervi all’Ordine vi verrà chiesto di documentare (ma dipende dai vari Ordini) la vostra attività giornalistica, perciò dovete cercare una testata online o offline disposta a farvi collaborare, per un periodo di tempo necessario ad iscrivervi e, magari, anche oltre. Tenete presente che molte testate online offrono questo tipo di collaborazione, ma spesso non è remunerata. Comunque sia, se volete iscrivervi, potete nel frattempo occuparvi d’altro e sfruttare i vostri articoli online per poi iscrivervi all’Ordine.


Una volta diventati giornalisti pubblicisti, potete tentare la strada della collaborazione con un giornale cartaceo, anche se è sempre più difficile, oppure optare per una testata online. In quest’ultimo caso dovrete naturalmente avere una buona padronanza di Internet, del linguaggio dei blog e insomma di tutto ciò che concerne la Rete.


Scrivere online è diverso che scrivere per un giornale cartaceo. Chi legge cerca l’immediatezza e non ci si può dilungare troppo. Nonostante questo il testo dell’articolo dovrà essere completo, esauriente e integrato dove possibile con elementi multimediali di approfondimento.


Quando scrivete, tenete presente sempre la necessità di essere ben posizionati nei motori di ricerca. Iniziate dal titolo. Se scrivete di ambiente, nel titolo mettete il nome dell’area interessata, per esempio se dovete redigere un pezzo sull’inquinamento in un’area protetta, inserite l’evento (l’inquinamento) e la zona (il nome) e evidenziate in grassetto. Nel testo, tutte le volte che nominate quest’area, evidenziatela in grassetto. Chi è interessato a quella zona e la cerca sui motori, facilmente troverà anche il vostro pezzo.


Scrivete semplice, spiegate le cose quando sono o sembrano più complesse da comprendere: deve essere capace di leggere quel pezzo anche un ragazzino. Non usate paroloni, siate il più semplici possibili perché tutti devono capire. La notizia va data nelle prime righe, specificando (la regola delle cinque W) chi, che cosa, dove, quando e perché. Poi potete approfondire il resto.


Se impaginate voi il testo (e quindi non vi limitate a inviarlo alla redazione via mail) ricordatevi di fare degli spazi fra i paragrafi, come quelli che vedete in questo pezzo. Servono per staccare le varie parti del testo e per rendere più scorrevole la lettura, anche di un pezzo un po’ più lungo.


Cercate delle immagini originali per corredare il vostro pezzo e date un nome anche a quelle, in modo da essere sempre tenuti presenti dai motori. Utilizzate immagini nitide, non sgranate, se vi è possibile, ancora meglio se sono realizzate da voi. Arricchite il testo con contenuti multimediali, come un video che possa meglio illustrare l’articolo.


Fate un elenco dei pezzi correlati, articoli scritti precedentemente che trattano lo stesso tema o tematiche simili, così da offrire al lettore una panoramica su quanto si è scritto finora sull’argomento.


Scrivere online implica anche avere più di una collaborazione e magari scrivere su argomenti differenti, dall’ambiente alla cultura, dall’attualità al cinema. Dovrete essere aperti e pronti a scrivere anche su argomenti che magari imparerete a conoscere un po’ per volta. Buttatevi.


Per trovare collaborazioni, cercate sui forum dedicati ai giornalisti, su Facebook o altri social network, navigate alla ricerca di blog o siti che offrono collaborazioni. All’inizio non sarà facile, ma troverete di sicuro la vostra prima collaborazione.


Lara Zavatteri


Dal 26 ottobre leggete l’ebook “Il giornalista online” di Eleonora Gurrieri, intanto scaricate l’anteprima su Bruno Editore.



DESCRIZIONE
Dopo il boom dei blog in molti si sono cimentati nella scrittura interattiva; alcuni sono persino riusciti a fare della scrittura la propria fonte di reddito. Vuoi farlo anche tu? Grazie a questo ebook scoprirai come strutturare un articolo, integrarlo con la pubblicità, la fotografia e altri fattori importanti, riuscendo così a trovare il Tuo posto sul web.