21 lug 2011

Come scoprire l’artista che è in te

Si parla molto di far emergere il lato creativo di noi stessi, per scoprire realmente chi siamo, dar corpo alle nostre risorse nascoste e magari poter anche essere apprezzati per questo. Ma come si fa a scoprire se in noi c’è un artista?


Vi consiglio un ebooket in uscita il prossimo 5 agosto sul sito di Bruno Editore che credo sia in grado di rispondere alla maggior parte delle domande di chi si trova in questa situazione. L’autrice è Carlotta Lavizzari e il testo s’intitola appunto “Scopri l’artista che è in te”.


Il testo prima di tutto fa comprendere che per capire se c’è un artista in noi dobbiamo seguire le nostre passioni, senza trovare continuamente scuse per rimandare. Ad esempio, se ci sentiamo da sempre portati per un’arte, non bisogna reprimere quest’attitudine. Spesso, come spiega l’autrice nell’anteprima, ci si lascia distrarre o si cercano scuse per non tirare fuori l’artista che è in noi, ad esempio il lavoro, il poco tempo, la casa da seguire e mille altre cose che ci fanno sempre rimandare.


A mio parere tra le scuse c’è anche la paura di non riuscire o di esporsi, la difficoltà di mostrare al pubblico i propri lavori. Non è facile mettersi alla prova in questo modo e può essere una delle cause per cui si tende ad accantonare una passione.


Già, una passione. Perché è dalla passione, o dalle passioni che abbiamo dentro di noi che scaturisce la creatività e la fantasia, la voglia di fare e di impegnarsi in quel determinato settore artistico. La passione fa muovere le cose e vi fa iniziare il vostro percorso.


Nel testo si fa riferimento anche al fatto che l’artista deve in primis essere sereno e soddisfatto di per sé delle sue creazioni, deve avere gioia nel creare e sentirsi bene per il lavoro che ha portato a termine. In un secondo momento potrà iniziare a confrontarsi con gli altri, magari partendo da una piccola cerchia di parenti e amici per valutare se le sue opere piacciono e al contempo acquisire un po’ più di sicurezza. Successivamente, spiega l’ebooket, potrà esporre in mostre o altre occasioni e avere la possibilità di mostrare agli altri i frutti del suo lavoro artistico.


Subentrerà poi anche la parte economica, anche se non è necessario che il lavoro artistico diventi quello principale per essere fonte di soddisfazione. Certo anche questo aspetto ha la sua importanza, ma non per forza deve diventare l’attività principale di una persona e la sua principale entrata.


Insomma questo ebooket parla di come scoprire le risorse artistiche che abbiamo dentro di noi e che per motivi vari ancora non abbiamo sviluppato, si sofferma su come iniziare a lavorare su quella che è la nostra passione, fornisce gli strumenti necessari per mettersi all’opera, per affrontare le critiche ma anche le inevitabili difficoltà che si possono presentare durante il cammino.


In più, il testo affronta anche argomento come il fatto di riuscire ad avere nuovi stimoli, ad aggiornarsi e a continuare il proprio lavoro artistico una volta che è ben avviato.


Lara Zavatteri


Leggete l’ebooket Scopri l’artista che è in te” di Carlotta Lavizzari. Disponibile l’anteprima gratuita sul sito di Bruno Editore, l’ebook completo dal 5 agosto.

DESCRIZIONE
Quando la propria parte creativa riesce a emergere ci si sente liberi e soddisfatti. L’atto creativo è gratificante non solo nel momento del risultato, ma anche nell’atto stesso di compierlo, perché aiuta a smorzare le tensioni quotidiane e a liberare la tua parte più intima. In questo ebooket troverai tutti i consigli e i suggerimenti per metterti in ascolto delle tue emozioni e riuscire a liberare l'artista che scalpita in ognuno di noi.