1 giu 2011

Come iniziare a recuperare una casa

Se stai per iniziare il recupero di una casa, un appartamento, o semplicemente ci stai pensando, prima di tutto leggi queste indicazioni.



Per prima cosa informati. Ad esempio, se vuoi trasformare un magazzino o garage in un appartamento abitabile, sarà necessario fare il cambio di destinazione d’uso perché appunto cambierà il modo in cui quello spazio sarà utilizzato. Informati al tuo Comune sui passi da fare in tal senso.


Sempre in Comune, chiedi informazioni su eventuali contributi a fondo perduto disponibili. A volte esistono dei finanziamenti appositi per questi lavori, se non ne esistono a livello comunale puoi provare ad informarti presso la Regione o anche sui siti dell’Unione Europea. Se è la prima casa e sei giovane, è più facile trovare finanziamenti.


Fatti fare un progetto di come sarà il tuo appartamento. Tieni conto che modifiche come, ad esempio, l’apertura di nuove finestre devono essere esaminate in Comune, non puoi insomma fare di come vuoi ma le tue scelte dovranno essere vagliate ed eventualmente approvate, così come il progetto che presenterai.


Se il futuro appartamento si trova in un palazzo, ricordati che di solito non sono ammessi grandi cambiamenti, perché i vari locali devono apparire simili esternamente, ma anche come pianta all’interno. Quindi tutto è più semplice se vivrai per conto tuo, mentre quando lo spazio è inserito in un contesto con più appartamenti dovrai tener conto di questo.


Anche se l’appartamento è da solo, dovrai comunque ricordarti dei vicini. Parlo, ad esempio, dei colori che vorresti scegliere per l’esterno. Anche in questo caso informati in Comune, colori troppo sgargianti potrebbero essere sgradevoli esteticamente prendendo in considerazione l’intera zona, cioè stonare. Prima di dipingere, insomma, vedi quali colori puoi prendere in considerazione.


Domanda a tutte le ditte un preventivo e controllalo per bene. Non dire di sì a scatola chiusa. Ad esempio, non aver timore nel farti spiegare le voci che non capisci, è normale e sono le ditte a doverti venire incontro, inoltre metti subito in chiaro se oltre a quanto preventivato ci saranno spese extra. Nel conto del falegname, ad esempio, sono comprese le maniglie delle porte e delle finestre? Può sembrare un’assurdità, qualcosa di ridicolo e ovvio, ma non è sempre così. A volte sono spese fuori dal preventivo.


Valuta e confronta più preventivi tenendo conto sia del prezzo ma anche dei materiali che saranno utilizzati, insomma della qualità del lavoro. Potrebbe essere sbagliato risparmiare subito per trovarsi con materiali scadenti o che richiedono continua manutenzione. Ragiona, insomma, anche a lungo termine.


Tieni una copia di tutti i preventivi, i pagamenti e le fatture in uno schedario. Ti potranno essere utili se dovessi avere problemi con una ditta o per controlli vari. Tieni sempre tutto, non si sa mai.


Una parte consistente dei tuoi soldi andrà nell’arredamento. Un consiglio è, anche qui, ragionare sul lungo periodo. Scegli elettrodomestici di classe A, meglio ancora A+ e per quanto riguarda la tecnologia, ade sempio per la televisione, pensa ai nuovi modelli retroilluminati a Led. In entrambi i casi si risparmia sulla bolletta della luce, i Led inoltre garantiscono molta più luminosità con consumi molto ridotti.

Lara Zavatteri




Leggete l’ebook “Creare la casa perfetta. Consigli pratici per progettare da zero i tuoi spazi” di Danilo Cesana.







Che casa voglio? È questa la prima domanda da porsi quando si sta acquistando o ristrutturando una casa. Questo ebook ti aiuterà a capirlo prima di iniziare i lavori e ti darà dei suggerimenti pratici per realizzare l’ambiente dei tuoi desideri. Così, eviterai errori banali come la presa della corrente dietro l'armadio o l'interruttore della luce lontano dal letto… Sfoglia il Personal Book allegato e guarda quanti diversi stili puoi dare alla tua casa!