24 giu 2011

Come avvicinare bambini e ragazzi alla storia dell’arte

Anche se la scuola ormai è finita, vi propongo un libro che mi è sembrato interessante per gli insegnanti e per i ragazzi, ma volendo anche per i genitori, incentrato sulla storia dell’arte.



Mi è sembrato interessante perché, come trovate scritto nella descrizione dell’opera con questo testo si va a riempire un “buco” che effettivamente c’era a livello didattico, vale a dire la mancanza di un testo valido ma al contempo facile e sintetico per far conoscere l’arte ai più piccoli che ancora frequentano le scuole elementari e a quelli più grandi che frequentano le medie.


Esistono, infatti, molti testi pensati per avvicinare bambini e ragazzi a svariate tematiche, dalla scienza all’astrologia, dalla storia alla geografia, passando per le lingue straniere, ma è difficile trovare un testo dedicato alla storia dell’arte, che pure è una delle materie più affascinanti.


Vero è che l’arte è un territorio vastissimo e non facile da spiegare ai più piccoli, considerate poi che il libro in questione si sofferma molto sull’Italia, sui suoi tesori artistici di scultura e pittura e sul suo contributo dato al mondo dell’arte, che è immenso.


Eppure questo libro riesce a fare proprio questo: essere completo e anche approfondire temi e personaggi, ma anche correnti artistiche e tecniche di lavoro senza tediare e puntando su quanto è essenziale sapere, ma anche bello da guardare. Più specifico di un’enciclopedia, con immagini che affiancano il testo e permettono ai bambini di capire subito a che cosa il testo fa’ riferimento, ma anche di ammirare capolavori nei loro dettagli.


Anche l’idea di tenere sempre presente il periodo storico in cui si colloca un’opera o la vita di uno scultore o pittore è importante: spesso i bambini non riescono a collocare esattamente quando una persona è stata attiva artisticamente o quando una certa opera è stata creata e non si rendono conto, magari, di quanto tempo è passato rispetto al momento attuale.


Oltre a queste spiegazioni se ne trovano altre, come la formazione dei diversi colori che rendono il testo anche qualcosa con cui confrontarsi subito, perché tutti i bambini amano i colori, le tempere, gli acquerelli e imparare come si formano e cosa sono può essere entusiasmante.


Insomma questo testo lo trovo adatto a tutti gli insegnanti che il prossimo autunno si troveranno a dover insegnare i primi rudimenti, o a riprendere i temi di storia dell’arte interrotti attualmente e che possono utilizzare il libro come supporto alle lezioni. Anche per i bambini può essere un bel regalo, non solo a quelli cui piacciono questi temi, ma anche a coloro che ancora non li apprezzano e possono avere l’occasione per farlo. Se poi siete dei genitori e in vacanza decidete di visitare musei o collezioni d’arte, può essere un modo per coinvolgere anche i vostri figli nelle vostre visite culturali: mentre ammirate un dipinto o una scultura, anche i più piccoli potranno capirla leggendone la spiegazione sul loro libro.


Un libro bello da leggere ma anche da vedere, grazie alle immagini che fanno da corredo e lo rendono gradevole a tutti.

Lara Zavatteri



Leggete il libro “La mia prima storia dell’arte” di Bèatrice Fontanel


DESCRIZIONE

Un originale invito a passeggiare nella storia dell’arte, una vera e propria miniera di curiosità e notizie per rispondere a domande semplici… o molto complicate.

Come sono nate le prime opere d’arte? Perché gli Egizi rappresentavano sempre la testa di profilo? Come è fiorito il genio di Giotto, di Michelangelo o di Picasso? Quando sono stati inventati i tubetti dei colori? Gli artisti erano felici del loro mestiere e della loro vita?

Questo libro è pensato per avvicinare i ragazzi alla pittura e scultura, scritto con un linguaggio diretto, in cui ogni periodo artistico viene affrontato sulla doppia pagina, in una sintesi didattica efficace. Un libro godibile anche per genitori e insegnanti, da leggere tutti insieme, in famiglia come a scuola, come uno spettacolo per gli occhi e la mente. Compratelo su Il Giardino dei Libri