18 apr 2011

Come far crescere delle piante senza avere il pollice verde

Le piante e i fiori, sia in vaso sia nei giardini, sono bellissimi da vedere, ma dietro c’è sempre un accurato lavoro di una o più persone che si occupano della loro crescita e del loro benessere. Se non hai il pollice verde, ecco alcune soluzioni che puoi applicare.



Non rinunciare ad avere delle piante solamente perché ne sai poco o nulla e in pratica non hai idea di come curarle, oppure se hai poco tempo e non puoi, di conseguenza, dedicarti molto a questa attività. Basta trovare soluzioni pratiche e che ti consentano di non preoccuparti troppo dei tuoi vasi.


Inizia con qualche vaso che puoi mettere nel tuo appartamento o su un balcone o una terrazza, se hai a disposizione questi spazi. Non pensare di comprare qualsiasi tipo di pianta e coprire mezzo giardino, se non sai come fare devi cominciare dalle cose più semplici.


Se hai una casa molto luminosa e puoi sfruttare la luce del sole, puoi optare per le orchidee. Sono piante dai colori bellissimi e ne esistono di molte varietà, ma oltre ad abbellire lo spazio hanno il vantaggio di non aver bisogno di molte cure. Ponile in un posto dell’appartamento dove possono ricevere sempre luce, schermando i raggi solari, ad esempio con una tenda.


Le orchidee crescono bene se trovano il loro luogo ideale. Vale a dire che, se vedi che nella posizione in cui hai messo il vaso la pianta cresce e fiorisce, vuol dire che è il luogo adatto e che non devi mai spostare il vaso. Se al contrario ti accorgi che la pianta ha difficoltà a crescere, prova a cambiare il posto e regolati a seconda di come si sviluppa l’orchidea.


Queste piante hanno bisogno di poca acqua. Per la stagione invernale, posto che naturalmente sono piante da interno e non devono patire il gelo, puoi innaffiarle tranquillamente solo una volta ogni due settimane. Quando fa caldo, va bene una volta a settimana, abbinando anche qualche spruzzo con l’apposito spruzzino sulle foglie, così da rinfrescare la pianta.


Passiamo ora al vero jolly per tutte le persone che sanno poco di piante ma a cui piacciono e vorrebbero cominciare ad averne qualcuna: le piante grasse. Queste piante hanno molti vantaggi e ti consentono di impreziosire la tua casa o il giardino con poche cose da fare, puoi addirittura dimenticartene per settimane intere e non succede nulla!


Il grande vantaggio delle piante grasse è la loro poca necessità di acqua, infatti come ho detto anche se sei una persona distratta o indaffarata puoi lasciarle senza acqua per tanti giorni e non patiscono per niente. Non hanno bisogno di nessun tipo di “manutenzione” se non quella, quando saranno cresciute, di cambiare vaso per adattarlo alle nuove dimensioni della pianta.


Non mettere le piante grasse in ambienti umidi, quindi vanno benissimo in casa ma mai nel bagno, dove il vapore crea umidità. Puoi lasciarle in giardino nei vasi e quando arriva l’autunno con i primi freddi riportarle in casa, in attesa di esporle di nuovo con la bella stagione.


In più, le piante grasse esistono in tantissime varietà differenti, per forma, colore, dimensione e per tutte valgono le indicazioni che ho scritto. Puoi sbizzarrirti per decorare l’appartamento o il giardino e dovrai seguirle poco.


Ultimo consiglio: sia per le orchidee sia per le piante grasse, dal fioraio o nei negozi per il giardinaggio-fai da te compra il fertilizzante apposito per queste piante, così da arricchire periodicamente il terriccio e rivitalizzare la pianta. - Lara Zavatteri


 Ebook/libro consigliato:
Piante Grasse Senza Problemi (eBook) (Libro)
S.O.S del Giardiniere di Alberto Massa Saluzzo