31 mar 2011

Come prepararsi per l’esame Ecdl

Se ti stai preparando per sostenere l’esame Ecdl, cioè la Patente Europea del computer, ecco alcuni consigli su come organizzarti al meglio.

La regola numero uno è: esercitarsi, esercitarsi, esercitarsi. Non si prova mai abbastanza e più si utilizzano dei simulatori meglio è. Utilissimo è un sito come Matematicamente.it.
Si tratta di un sito che gratuitamente ti consente di esercitarti sulle domande e i quiz Ecdl, con un tempo prestabilito che scorre mentre rispondi e la possibilità di scegliere i vari moduli, sia quelli più teorici sia quelli quasi unicamente basati sulla pratica.

Ogni volta che ti “alleni” hai il risultato e scopri quali domande hai sbagliato e quindi dove devi correggerti. Inoltre, puoi approfondire gli argomenti anche grazie a dei video che illustrano i moduli.


Naturalmente, per essere preparato devi avere installati sul tuo computer tutti o la maggior parte dei programmi che costituiscono i vari moduli: Word, OpenOffice, Excel, Power Point, Access e poter contare su un collegamento Internet che ti permetta di fare pratica anche per il modulo dedicato alla Rete. Se non hai questi programmi, prova a cercarli su Internet o su Html.it che fornisce molti software gratuiti.

Puoi farcela, ma non puntare a superare in un’unica volta tutti i sette moduli Ecdl. Per alcuni c’è molta teoria da imparare, per altri molte formule, come per Excel, perciò concentrati su tre o al massimo quattro moduli e rimanda in un secondo tempo il completamento degli altri. Le cose da tenere a mente sono davvero tante e altrimenti rischi di fare troppa confusione.

Per quanto riguarda il modulo che spiega il funzionamento e le varie componenti del computer, forse uno dei più noiosi, puoi farti aiutare anche da chi lavora con i computer, ad esempio perché ne cura la manutenzione, perché li vende eccetera e così per quanto riguarda il modulo dedicato a Internet, con un supporto da un amico o conoscente che, ad esempio, realizza siti Web ed è esperto nel settore.

Indubbiamente ci sarà un modulo in cui sei meno ferrato che negli altri. Lascialo per ultimo, concentrati sui moduli che ti sembrano più facili e quando hai assunto una certa dimestichezza con questi passa alla materia più ostica. Potrai dedicarci più tempo, senza l’assillo di dover preparare gli altri moduli.

Leggi sempre bene le domande. Sia durante le simulazioni sia nel corso dell’esame (tenendo presente che le simulazioni sono molto simili a ciò che poi ti verrà chiesto durante la prova) non leggere mai frettolosamente una domanda. Spesso per una minima differenza puoi incappare in un errore perché le domande spesso sono a “trabocchetto” e possono farti sbagliare. Leggi attentamente e cerca di comprendere appieno cosa ti viene chiesto.

Occhio al tempo. Allenandoti con le simulazioni hai una certa tempistica da rispettare, esercitati a non sforare pur restando concentrato. Anche durante l’esame sarà fissato un tempo massimo entro cui concludere.

Impara bene il meccanismo delle domande, che sono di diverso genere, ad esempio puoi rispondere mettendo in fila vari elementi o premendo tasti e funzioni dal computer o ancora decidendo quale tra le risposte ad una domanda è quella esatta. Insomma l’esame non è una passeggiata, ma basta prenderci la mano e impratichirsi, provando e riprovando.
Lara Zavatteri





Ebook consigliato: “Patente Europea per il Computer

Strategie pratiche ed esercizi per superare facilmente l’esame Ecdl” di Dario Ferrero e Barbara Rampone.