02 mar 2011

Brenda Walker - Come i libri mi hanno salvato la vita




Il percorso tumultuoso di Brenda verso la guarigione, grazie ai libri, è diventato denso di bagliori, rivelazioni che hanno tenuto a bada la paura.


In terra c'è una borsa aperta, contiene già alcuni indumenti da notte, dei documenti, un tubetto di dentifricio. Manca solo un libro, e poi può essere chiusa. Sul vialetto davanti a casa è parcheggiata l'auto di un'amica, la persona che accompagnerà Brenda in ospedale. Il libro che verrà infilato proprio sotto la zip è la prima cosa che lei prenderà in mano, quando si ritroverà in una stanza vuota, in un luogo che nemmeno riesce a immaginare.

È una scelta importante, dev'essere il libro giusto, e Brenda Walker, scrittrice e docente di letteratura, è sempre vissuta di libri. Ora che è diventata anche altro - una paziente - non può abbandonare la narrazione.

La diagnosi di tumore al seno è stata come una vertigine, la sensazione di precipitare in caduta libera. La paura per sé, per quel figlio che ancora deve finire di crescere, e poi la consapevolezza dei passi da compiere: leggeri ma decisi, via dalla morte, verso uno scopo. Verso la speranza.

Ma un solo libro non può bastare a sostenerla nello smarrimento di quella lunga esperienza, nel corso dei cinque fondamentali passaggi della malattia (chirurgia, chemioterapia, radioterapia, ricostruzione, sopravvivenza). E infatti Brenda rilegge – e noi con lei – davvero di tutto: DeLillo, Dante, Beckett, Tanizaki, Blixen, Coetzee, Poe, Nabokov, Dickens, Tolstoj, Woolf.

La malattia cambia la vita e il proprio sguardo sul mondo. Così, pagina dopo pagina, Brenda ci commuove per la forza della sua speranza e ci regala illuminanti occasioni per capire in profondità perché, anche noi, abbiamo amato certe storie.



Come i Libri Mi Hanno Salvato la Vita
Storia di una guarigione
Brenda Walker

Come i Libri Mi Hanno Salvato la Vita










Compralo su il Giardino dei Libri