27 mar 2011

Antonio Teti - Psychotech - Il Punto di non Ritorno




Le tecnologie informatiche, grazie all'utilizzo di Internet, soprattutto negli ultimi anni, hanno assunto il ruolo del "dispositivo integrato di comunicazione sociale" potenzialmente in grado di esercitare azioni di condizionamento sull'uomo.

Pertanto, anche la psicologia ha attinto dal settore IT, soprattutto per quanto concerne lo sviluppo e la sperimentazioni di tecnologie in grado di interagire con il sistema nervoso centrale umano. Ciò ha dato origine a un nuovo settore scientifico, meglio noto come "Psycho-Technology".

Anche per questo motivo, la società moderna ha risentito in maniera determinate di questo potente mezzo di comunicazione-informazione, che ha introdotto nuovi strumenti in grado di aggregare comunità diverse con l'intento di condividere idee e finalità specifiche.

Le conseguenze possono essere molteplici e tutto lascia immaginare che il conflitto del futuro sarà combattuto con le informazioni, generando uno scenario conosciuto come Psychological Warfare.

Psychotech - Il Punto di non Ritorno
La tecnologia che controlla la mente


AUTORE
Antonio Teti è laureato in Economia e Management. Al termine del periodo di leva, durante il quale ha ottenuto una Specializzazione in Trasmissioni Radio e Cifratura Dati presso la Scuola Militare delle Trasmissioni dell'Esercito di San Giorgio a Cremano (Na), inizia la sua attività professionale con la Olivetti & C. S.p.a. - Divisione Sistemi di Gestione - e dopo aver sostenuto diverse specializzazioni in Information Technology presso la ELEA Knowledge Integration a Firenze, svolge, per otre nove anni le mansioni di Programmatore Junior, Senior, Analista Programmatore e Sistemista con la Olivetti System and Network, maturando una rilevante esperienza nel settore del systems engineering e della progettazione di sistemi informativi gestionali, a livello nazionale. Nel 1994 è assunto presso il C.I.R.S. - Centro Informatizzazione, Ricerca e Servizi - dell'Università degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara.