26 gen 2011

Come non accontentarsi

Magari siete in una fase di crisi e pensate che la vostra vita più piatta di così non potrebbe essere, forse siete rassegnati alla solita routine e pensate che, ormai…



Ormai è una parola che fa paura perché viene associata a qualcosa di chiuso, di irrimediabile, di definitivo e di passato. Ma, a meno che non siate sul letto di morte (e anche in quel caso, chissà che non accada qualche miracolo) non deve esistere la parola ormai nel vostro vocabolario. Non è mai troppo tardi per fare nulla, in tutti i campi della vita.

Quest’ultimo concetto, mi rendo conto, stride con la mentalità che per gran parte è propria della società, che “inquadra” le persone in schemi ben definiti: ad una certa età puoi fare questo, ad un’altra quest’altro e così via, anche in relazione al sesso della persona-se sei una donna alcuni ruoli te li affibbiano come certi- e ad altre condizioni. Quindi, per prima cosa, bisogna superare i giudizi altrui e fare di testa nostra.

Tenete a mente che uscire dal tran tran quotidiano inizialmente non è facile, è come lasciare quella che gli esperti di Pnl chiamano la “zona di comfort” cui siamo abituati per esplorare altri mondi. Vincete queste resistenze, abituatevi a pensare che avete tutte le risorse per fare ciò che volete. Non avete sul serio queste risorse? Cercatele!

Volete cambiare lavoro, riprendere gli studi, cercare di far decollare un vostro personale progetto? Cercate le informazioni, trovate le risorse, valutate tutti i passi che dovete fare. Prendete spunto da persone che non si sono accontentate, che non si sono arrese nonostante i tanti ostacoli ma hanno tirato dritto per la loro strada. Dovrete fare così anche voi, essere come un carrarmato: nessuno potrà fermarvi!

Cercate persone che possano consigliarvi, qualunque sia il progetto che avete in mente. Non abbiate timore di chiedere ad altri, ascoltare esperienze simili alle vostre “dal vivo”, anziché, magari, leggerle su un libro, sarà una molla potenziante verso i vostri obiettivi.

Lavorate molto su voi stessi. Pensate alle cose che vi dite, alle parole che usate. Sembra una banalità ma ripetersi, mentalmente o a voce alta, che qualcosa è impossibile e che siete degli incapaci non vi farà trovare né l’energia né le risorse che bramate.  Ripetetevi che siete in gamba, che anche se al momento magari non avete a disposizione tutte le risorse sarete in grado di trovarle, ad ogni costo. Come insegna la Pnl,   visualizzate.

Immaginate voi stessi come se aveste già ottenuto ciò che desiderate e dedicate alcuni minuti ogni giorno a tale pratica, magari la sera, quando siete più rilassati. Scrivete la vostra vita ideale su un foglio sotto forma di frasi al presente come “Sono un imprenditore di successo” o simili, e fate che sia l’ultima cosa che leggete prima di dormire.

Siate creativi e non lasciate correre via le vostre idee, anche quando possono apparirvi bizzarre. Creatività, fantasia e fiducia in voi stessi sono gli ingredienti per farcela!


Lara Zavatteri

Leggete l’ebook “Ottenere di più. Come vivere intensamente la prosperità della vita” di Anita Kalsek.