14 dic 2010

Come pianificare programmi e obiettivi

Ormai ci siamo. Se sei tra le persone che verso la fine dell'anno controllano quali buoni propositi hanno effettivamente realizzato, in questi giorni tirerai le somme di quanto concretizzato nel corso del 2010. Può essere un buon bilancio, oppure no e allora sarai preso dalla frustrazione per non essere riuscito a fare tutto.



In primis, ricordati che sei un essere umano! Se hai scritto tantissimi progetti da concretizzare è normale che qualcuno o anche molti non siano stati trasformati in realtà, inoltre nel corso dell'anno puoi aver avuto difficoltà di qualunque genere, crisi o altro che ha ritardato o compromesso alcuni punti che avevi programmato.


Niente panico. Concentrati su ciò che hai fatto di buono, il resto probabilmente puoi recuperarlo. Se vuoi pianificare i tuoi obiettivi, segui alcune semplici regole che ti aiuteranno a portare a termine ciò che ti sei prefissato. Prendi un foglio di carta e fai un elenco di ciò che vuoi realizzare, scrivi tutto senza soffermarti a pensare che sia irrealizzabile.


Fatto questo, numera ogni obiettivo che ti sei posto dando le priorità, cioè evidenziando le cose che vuoi concretizzare per prime e via via fino alle ultime. Abbina quindi ad ogni numero un piccolo schema. In questo devi riassumere per punti risorse e cose da fare per raggiungere l'obiettivo stesso. Ad esempio, se vuoi cambiare casa, scrivi le risorse che possiedi, in termini di denaro, di tempo e le tue competenze per cercarne una nuova, o chi ti può aiutare.


Se vuoi cambiare lavoro, scrivi che tipo di lavoro ti interessa, dove puoi reperire informazioni, chi ti può consigliare o anche chi potrebbe diventare tuo partner in affari, se vuoi aprire qualcosa in proprio.


Fai così per ogni punto, sottolineando quindi le tue potenzialità e risorse. Puoi anche spezzare il tuo obiettivo in più punti, più "gradini", in modo da rendere più semplice la sua realizzazione. "Spezzare" i programmi in più parti li rende più accessibili e ogni volta che completi un parte sei più vicino alla fine e hai più soddisfazione. Se ad esempio vuoi calare di peso, scrivi punti come "mangiare più frutta e verdura e meno dolci" e "fare ginnastica almeno due volte alla settimana" e "usare meno la macchina e andare in bicicletta o a piedi" e non subito "perdere 20 chili".


In questo modo gli obiettivi sembrano e sono più fattibili. Ogni volta che raggiungi un obiettivo sottolinealo con un evidenziatore per ricordarti che ce l'hai fatta! Un altro trucco per raggiungere obiettivi è tenere a mente che la vita è fatta anche di cose piacevoli. Nella tua lista non dovranno esserci solo doveri.


Insieme agli obiettivi e programmi professionali, sentimentali ecc..inserisci una lista di obiettivi piacevoli da portare a termine: un viaggio, una nuova esperienza, un nuovo look, dei nuovi libri, insomma tutto ciò che può farti piacere. Questo farà in modo non solo di rendere più allettante il completamento dei tuoi programmi, ma ti renderà felice e potrà aprirti la mente a nuove possibilità.


Infine ricorda che alcuni obiettivi sono a lungo termine, perciò dovrai allenare la tua determinazione per raggiungerli. Se desideri un successo professionale, può darsi che in un anno tu non riesca ad affermarti, ma nel frattempo continui a lavorare sul tuo obiettivo e ad imparare.


Leggi l'ebook gratuito "1 tecnica e 14 semplici passi" di Eleonora Brugger e Paul Kircher che trovi cliccando sul sito http://www.eleonorapaul.com/ nella sezione "gratis".