24 nov 2010

Fabrizio Zani - Il Tuo Pensiero Libero



Questo libro invita ad “andare a vedere” quanto ci sia davvero di logico e di provato nei miti fondanti della società in cui viviamo (democrazia, scientificità, avvenimenti storici, precetti morali) e propone strumenti atti a farci riconquistare capacità di giudizio e di critica.



Il Tuo Pensiero Libero
Come ritrovare il piacere di pensare con la propria testa
Fabrizio Zani

Il Tuo Pensiero Libero









Compralo su il Giardino dei Libri




John C. Parkin - Ma Chissenefrega!



È giunto il momento di seppellire tutto quello che non vi piace della vostra vita con un bel Ma chissenefrega! e liberarvi finalmente da ciò che non vi fa dormire la notte.

Questo piccolo e saggio libro, fatto di pensieri geniali e divertenti illustrazioni, vi accompagnerà alla scoperta della rivoluzionaria filosofia del Ma chissenefrega! Basterà aprirlo a caso per scoprire che ci vuole poco per seguire i propri sogni infischiandosene di ciò che pensano gli altri. E sentirsi così immediatamente più spensierati e felici.

N.B. Questo libro è il regalo perfetto per parenti, amici e colleghi. Ma state attenti: potreste decidere, dopo la prima occhiata, che lo volete tutto per voi. Ma chissenefrega! del regalo alla suocera (o al vostro capo)!



Ma Chissenefrega!
Piccola guida per fottersene di tutto e vivere felici

John C. Parkin, Gaia Pollini

Ma Chissenefrega!










Compralo su il Giardino dei Libri



AUTORE
John C. Parkin, figlio di un pastore anglicano, studia e pratica gli insegnamenti della saggezza orientale da vent’anni. Ha fondato in Italia il centro La collina che respira, dove tiene regolarmente corsi settimanali ispirati al suo libro.




DELLO STESSO AUTORE


Il Metodo Vaffa
L'ultima frontiera della spiritualità - Un approccio molto occidentale alla filosofia orientale

Il Metodo Vaffa









Compralo su mylifestore.it


Kindle Editions: nuovi scenari per il mercato dei contenuti digitali




Dopo essere stata la prima software-house a proporre gli ebook italiani a pagamento per iPhone e iPad, goWare Italian apps, la giovane azienda del Polo Tecnologico di Navacchio, è ai blocchi di partenza per sviluppare le versioni Kindle degli ebook, leggibili, oltre che sul lettore Kindle, anche, tramite specifiche app gratuite, su tutti i device mobili e sistemi operativi: dai prodotti Apple a quelli su piattaforma Android, Windows, Blackberry e Nokia.

“È opinione ampiamente condivisa che oggi le Kindle editions sono lo strumento più agevole e efficace, anche in termini di sicurezza, per produrre e distribuire un eBook, sia per gli autori che per gli editori italiani. – aggiunge Mirella Francalanci, amministratore delegato di goWare – Il nuovo schema di distribuzione dei ricavi tra Amazon e i detentori dei diritti, che presto sarà esteso anche all’Europa, è un nuovo enorme passo in avanti in questa direzione. Avendo come clienti sia gli autori che gli editori, in attesa che finalmente apra in Italia l’iBookstore di Apple, effettuiamo un investimento importante sulle Kindle editions di Amazon per consentire la distribuzione e lo sviluppo degli eBook made in Italy e degli autori italiani".

"Competere sui mercati delle app è una sfida che richiede qualità non comuni – osserva Mario Mancini, esperto di marketing – Far scaricare un’app made in Italy da un yuppie di Shangai è molto più difficile che convincerlo a prendere un paio di mocassini di Tod’s. L'Italia è ancora molto indietro, ma l'appuntamento con il futuro non ci può trovare impreparati".

"Per le società come goWare si tratta di ampliare il mercato di riferimento oltre quello delle app per mobile. In Italia, per il solo AppleStore, ogni giorno vengono scaricate circa 6000 applicazioni a pagamento. Con un valore medio di 4 euro, il fatturato giornaliero delle applicazioni si aggira intorno 25.000 euro. Valore lordo annuale inferiore ai 10 milioni di euro. Considerando che il 39,2% di questo valore va ad Apple e al fisco lussemburghese, gli editori di app si dividono in Italia una torta di circa 6 milioni di euro. La pubblicità sono spiccioli e Android non arriva a sei cifre. Per il momento, quindi, si tratta di un mercato ancora piccolo, almeno in Italia.
Quindi, l'editoria digitale è un passaggio strategico perché l'economia delle app per il mobile diventi una moderna industria dell'informazione".



Maria Ranieri