05 ott 2010

Baby Book: Una buona notte con L'ebook


Arriva il primo eReader per bimbi, funziona anche come audiolibro
Il libro illustrato della buona notte, quello da leggere ai bambini seduti sul bordo del letto, potrebbe avere i giorni contati. A sostituirlo, sarà Baby Book. Un audiolibro digitale in grado di raccontare storie ai piccoli da 3 a 8 anni. Verrà presentato domani a Milano. A inventare l'originale ebook è l'italiano Alberto Pessach, imprenditore milanese e presidente di Sabah Electronics. L'azienda specializzata in consumer elettronico che distribuisce già nel nostro paese iRiver, un lettore digitale per grandi. << Un idea avuta nel corso di uno dei numerosi viaggi in Oriente - spiega - quando mi sono reso conto che non esisteva sul mercato un prodotto per questa fascia di età >>.Cosìnel giro di due anni Pessach mette a punto specifiche e caratteristiche del progetto, per farlo ingegnerizzare poi a Taipei. Con un solo abiettivo. Produrre un eReider facile da utilizzare una volta nelle mani dei più piccini. Prodotto con materiali certificati che offrano la massima sicurezza durante la lettura. << nella realizzazione non siamo caduti nella tentazione di "cineserie", di certo più economiche ma con scarse garanzie di qualità >>. Il risultato è un robusto ebook - 199 euro - con display Lcd a colori da 8 pollici, perché i bambini risulta fondamentale l'aspetto grafico. Con la possibilità di soffermarsi  sulle immagini, come si fa con i libri illustrati cartacei.
Per scelta non è stata impiegata la tecnologia touch-screen, ma Baby book si sfoglia con l'aiuto di quattro tasti laterali. Dalla schermata iniziale si sceglie se ascoltare la storia raccontata dalla voce di un doppiatore, dunque niente sintetizzatore digitale con voce metallica. Oppure fare comparire a video il, testo da leggere direttamente. Con una novità. Metà delle storie sono realizzate in lingua inglese. << Una soluzione voluta, perché sappiamo come i più piccoli siano curiosi e riescano  a imparare rapidamente, associando immagini e contenuti testuali>>. Baby Book sarà messo in vendita in Italia da metà ottobre attraverso i negozi  della distribuzione hitech. Con prezzo al pubblico di 199 euro. Al suo interno memorizza già 20 storie, mentre le altre saranno scaricabili dal sito www.pilade.it, a meno di 5 euro, attraverso un comune Pc. Basta poi collegare Baby Book tramite la porta Usb per archiviarle nella memoria interna da 16 gigabyte. Dove troveranno posto anche fotografie e file in formato pdf. Il fatto di scaricare, almeno all'inizio, i contenuti da un unico sito potrebbe però rivelarsi una limitazione. Meglio offrire ai piccoli lettori maggiori possibilità, attingendo da altri book store online. Ma i progetti di Alberto Pessac vanno oltre. << Non escludo l'utilizzo a fini didattici, nelle scuole per l'infanzia. Per promuovere i primi passi nell'apprendimento delle lingue e dell' aritmetica>>. Presto Baby Book parlerà anche in spagnolo, perché il vulcano imprenditoriale pensa già a nuovi mercati. Fonte dell'articolo: CorrierEconomia.             

Frank Schirrmacher




Frank Schirrmacher, direttore editoriale della redazione del feuilleton FAZ, un supplemento della FAZ sulle arti e le scienze. Egli è anche uno dei cinque editori del giornale, responsabile del feuilleton, e ha attivamente ampliato la copertura della scienza in questa sezione. Il suo ultimo libro "La Libertà Ritrovata"(2010) Come continuare a  pensare nell'era digitale, sulle conseguenze dell'invasione dell'informatica nella società moderna, ha dato luogo in Germania ad un acceso dibattito.
Soprannominato "l'ispettore Callaghan del feuilleton", l'opinionista e giornalista Frank Schirrmacher (1959) scrive dal 1985 sulle pagine culturali della Frankfurter Allgemeine Zeitung. Ha ricevuto numerosi premi giornalistici.

Altri libri dell'autore:
Payback (2009)

La Libertà Ritrovata - Frank Schirrmacher





La Libertà Ritrovata
La Libertà Ritrovata⇒

Siamo evidentemente in una situazione in cui la tecnologia moderna ci sta cambiando il modo di comportarci con la gente, parlare,  reagire, pensare, ricordare.


"C'è un commento su Edge che amo, che è in Daniel Dennett risposta alla domanda annuale 2007, in cui ha detto che abbiamo una esplosione demografica di idee, ma non abbastanza cervello per la loro copertura".Frank Schirrmache


L’uomo, sostiene Frank Schirrmacher, deve difendersi. I computer oggi sono soprattutto gigantesche reti di dati, e il rischio del dominio del calcolo matematico che ne sta alla base è pericoloso perché potrebbe imporre un autoritarismo delle macchine. La presenza invasiva dei computer, di Internet e dell’ininterrotto flusso di informazioni digitali minaccia di sommergerci e renderci schiavi dell’intelligenza artificiale.
Se rinunceremo all’imprevedibilità, all’elemento incalcolabile della mente umana, vivremo in un mondo in cui tutto, anche l’uomo, sarà destinato a trasformarsi in formula. Dobbiamo difendere i tratti peculiari della nostra natura, che hanno un’incredibile importanza per il futuro delle nostre società: emozione, fantasia, creatività, ragionamento, concentrazione, talento. Solo così avremo la chance di governare la simbiosi con l’ambiente tecnologico in cui viviamo. Prima che Google ci dica quale concerto andare a vedere o quale donna sposare.


Come continuare a pensare nell'era digitale



Prezzo € 23,00
Editore:Codice Edizioni
Libro - Pagine 180
Formato: 14x21,5
Anno: 2010