08 ott 2009

Counseling - Interpersonale Integrato ad Orientamento Umanistico Transpersonale



Questo videocorso si pone l’intento di fornire preziose indicazioni teoriche e chiare esercitazioni pratiche di supporto a figure professionali e non, capaci di facilitare processi di autoconsapevolezza e comunicazione interpersonale. Pertanto è rivolto a:

- psicologi, educatori, esperti nella relazione di aiuto e nella consulenza aziendale
- dirigenti, manager, formatori, esperti in pubbliche relazioni, selezionatori e responsabili del personale
- titolari e direttori d’azienda, dirigenti scolastici e del settore sociosanitario, coordinatori e responsabili di comunità
- professionisti che a diverso titolo utilizzano la comunicazione come strumento di lavoro e che vogliono ampliare le proprie competenze relazionali

....e a coloro che si trovano ad affrontare momenti critici della propria esistenza, per fornire strumenti idonei a comprendersi, ad uscire dalla crisi e dare inizio ad un proprio percorso di cambiamento e trasformazione interiore.

Il videocorso sulla pratica del Counseling è costituito da tre relazioni:

- Il Counseling interpersonale integrato ad orientamento umanistico transpersonale: le basi operative del counseling
- Superare i momenti di crisi
- Il coraggio di cambiare e di vivere

e da tre colloqui clinici:

- Seduta di counseling: “superare l’intransigenza”
- Seduta di counseling: “l’orgoglio e la paura”
- Seduta di counseling: “imparare l’assertività”



Counseling - Interpersonale Integrato ad
 Orientamento Umanistico Transpersonale
Le Basi Operative della Relazione di 
Aiuto nei Momenti di Crisi
Franco Nanetti

Counseling - Interpersonale Integrato ad Orientamento Umanistico Transpersonale





Video - Allegati: libro 32 pagine - Sconto 15% € 39,95 (anzichè 47,00)
Isbn: 9788862850179
Anno pubblicazione: 2007
2 DVD 3 ore



AUTORE
FRANCO NANETTI. Docente presso l’Università degli Studi di Urbino, didatta presso varie scuole di counseling e psicoterapia. Svolge attività di ricerca nel settore della pedagogia della cognizione e della psicologia applicata in ambito professionale ed educativo. Presidente AIPAC.
L’Associazione AIPAC (Associazione Italiana di Psicologia Applicata e della Comunicazione) è membro accreditato e riconosciuto dalla SICO (Società Italiana di Counseling) e dall’EAC (European Association for Counseling) e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ( Decreto Ministeriale del 18 luglio 2005 Direttiva Ministeriale n. 90)
Il prof. Franco Nanetti è uno psicologo, specialista in psicoterapia cognitivo-comportamentale, ipnosi medica, programmazione neurolinguisica, didatta e supervisore in psicoterapia e counseling integrati. Svolge attività di ricerca e formazione nell’ambito della comunicazione interpersonale e della psicologia applicata presso istituti scolastici ed aziendali. Dopo un prolungato training in psicoanalisi e psicodramma analitico ha intrapreso un personale percorso di elaborazione di un modello clinico e formativo che integra i contributi dell’analisi transazionale integrata alla gestalt, della bioenergetica, della terapia razionale-emotiva, delle costellazioni familiari, della logoterapia, dell’approccio transpersonale,della psicosintesi e dell’ipnosi medica generativa. Dal 1976 ha svolto attività di docente presso le seguenti università: Bologna, Verona, Cesena, Venezia, San Marino. E’ stato per oltre un decennio coordinatore dei servizi di prevenzione delle Tossicodipendenze presso la Provincia di Bologna e ricercatore IRRSAE per l’Emilia Romagna. Ha pubblicato trentadue libri con case editrici di fama nazionale ed internazionale e 86 articoli di Seminari e Convegni.
Ha partecipato in qualità di opinionista a numerose trasmissioni televisive con RAI3, RAI2 TeleMontecarlo (intervistato da Paola Perego) e Telecentro con Roberto Conditi. Ha pubblicato in qualità di editorialista e consulente intervistato per “Il Resto del Carlino” e “Repubblica”. Molte delle sue opere sono state recensite su quotidiani e riviste a diffusione nazionale.

Che cos'è il Counseling?



Il Counseling è un processo dialogico attivo tra un counselor e un cliente (o più clienti in caso di counseling di coppia, familiare o di gruppo) con lo scopo di aiutare ad analizzare e chiarire sistemi di pensiero, risolvere situazioni di crisi, stati di sofferenza, forme di disagio esistenziale e relazionale, per raggiungere consapevolezza e conoscenza di sé, il benessere personale, e migliorare il rapporto con gli altri.

Dialogare significa liberarsi dall’idea di un supposto sapere sull’altro per rendersi disponibili all’incontro nella reciprocità dello svelarsi e rivelarsi, mettere in luce ciò di cui nessuno può avere anticipata conoscenza, poiché solo se accettiamo il mistero di tale inafferrabilità, possiamo porci nella condizione di parlare ed ascoltare autenticamente.

Nel dialogo autentico non ci sono risposte previste. Tutte le domande sono illegittime, tutte le domande sono una porta aperta alla dimensione della soggettività.

Con il dialogo, come nell’amore, tutto si mette in gioco; si mettono in gioco le proprie idee e la propria identità, e per questo si perde ogni certezza.

Il dialogo è ricerca di verità plausibili e non assolute, di verità non determinate dalla certezza della conoscenza, ma dalla provvisorietà dei nostri saperi.

Il counseling è apertura all’esperienza dell’amore altruistico, disvelamento della falsa coscienza, pratica dell'ascolto attivo.


Le domande che solitamente sono più utili nel colloquio di counseling sono quelle che portano la persona ad aprirsi senza sentirsi giudicata, mentre sono da evitare tutte quelle domande che costringono l’interlocutore a rispondere con un Sì o con un No.

Il counseling amplia i significati e i valori che stanno alla base della tua esistenza, affinché nella comprensione di un tutto più ampio, nel quale si è compresi e connessi, sia possibile tracciare un percorso di autotrascendimento.

Il significato è un costrutto fondamentale che usiamo per organizzare la nostra esperienza, i nostri comportamenti, per esprimere i nostri valori, per raccontare come li realizziamo, per definire ciò che è importante di noi e come costruiamo la nostra vita. Senza una ricognizione del significato non si può accedere al cambiamento profondo. Il cambiamento di un comportamento perché sia vero e stabile occorre che sia coerente con il nostro sistema di valori.
Attraverso le domande il cliente impara ad accettare l’invalidazione delle proprie previsioni sul mondo, per dare così inizio ad un percorso dove apprende alternative possibili in sostituzione del modo abituale di definirlo.

In definitiva il counseling è un ampliamento della capacità di discernimento attraverso la ricerca di nuovi significati e nuove prospettive di senso.