3 lug 2009

La Vita è uno Stato Mentale - Gianluca Magi



Ovvero la conta dei frutti delle azioni nel mondo evanescente secondo l'insegnamento di Phalu Kashmiro

Talvolta, all'improvviso, l'immenso tesoro del pensiero tibetano schiude una perla. A questa schiusa è primavera in tutto il mondo. Il libro, nato da un abbraccio insolito e fruttuoso tra il pensiero dell'Islam sufi e quello del Buddhismo tibetano, è la perla che viene qui tradotta per la prima volta in lingua italiana. Il giovamento delle regole qui esposte è, appunto, impedire che il sogno della vita si muti in un incubo indigesto. Regole tanto più utili ai contemporanei.


La Vita è uno Stato Mentale





La Vita è uno Stato Mentale


Ovvero la conta dei frutti delle azioni nel mondo evanescente secondo l'insegnamento di Phalu Kashmiro

Gianluca Magi

Bompiani pag. 90



Autore
Gianluca Magi insegna "Storia delle religioni in Cina" presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere
(Corso di laurea in Lingue e Civiltà Orientali) e "Induismo e buddhismo" presso la Facoltà di Sociologia
(Corso di laurea specialistica in Antropologia ed epistemologia delle religioni) dell'Università di Urbino.

Nel 1997 a Rimini ha fondato la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa dove insegna tuttora.
Compie numerosi viaggi in Oriente durante i quali ha potuto approfondire i suoi interessi psicologici, spirituali e linguistici.

Da queste varie esperienze, ha elaborato una tecnica di lavoro di sviluppo interiore che integra le tecniche di meditazione del sufismo la psicoanalisi e la psicologia transpersonale.